How 5 Printers Surprised their Customers and Won Big

5 stampatori che hanno stupito i loro clienti ottenendo un grande successo

“Non sapevo faceste anche questo”:
Cinque parole cariche di opportunità, ma anche piuttosto ironiche.

Per essere il settore che ha reso possibile la comunicazione di massa, è sorprendente constatare quanti stampatori siano così impreparati quando si tratta di promuovere la propria attività.

Alla ricerca di lavori che offrano margini superiori e più costanti, molti stampatori stanno saggiamente cercando di posizionarsi più in alto nella scala del valore, offrendo veri e propri servizi di marketing, e non solo servizi di stampa. Ma i clienti, esistenti o potenziali, non possono acquistare un servizio se non sanno che lo offri. Dalla stampa personalizzata a vere e proprie campagne multicanale, sono tutti servizi che al momento i clienti acquistano da altri. Perché non da te?

Questa domanda ha spinto cinque fornitori di stampa a creare campagne innovative in grado di far scattare nel cliente l’idea che la loro azienda potesse offrire più di quanto pensassero.

1. Il cioccolato che dissolve i preconcetti

Puntando sulla simpatia e utilizzando una campagna multi-piattaforma personalizzata, e tanto cioccolato, l’azienda norvegese CopyCat è riuscita a catturare 15 nuovi clienti in soli due mesi, con ricavi significativi in tutti i reparti.

L’azienda aveva già un’ottima reputazione per la stampa di qualità, per esempio brochure, packaging, etichette e poster. Ma avendo internamente esperti di design e web, sapeva di poter offrire molto di più.

La campagna è stata avviata con una brochure stampata in A4 su sei facciate contenente un URL personalizzato (PURL) e un codice QR che indirizzava i lettori a una landing page perfettamente ottimizzata, dal look perfetto sia da smartphone e tablet che da PC.

La landing page richiedeva informazioni base e... il tipo di cioccolato preferito. Così, in occasione della prima riunione, i clienti hanno trovato ad accoglierli una scatola di cioccolatini personalizzata in base ai loro gusti.

Quasi senza dire una parola, CopyCat ha dimostrato di saper gestire design, stampa e packaging in modo creativo.

E quando si è trattato di iniziare a parlare di affari, l’efficacia di CopyCat in materia di engagement e personalizzazione era già chiara agli occhi dei potenziali clienti. L’azienda ha così potuto indirizzare la conversazione verso i propri servizi e le proprie soluzioni innovative, una tattica che continua a utilizzare con grande successo.

Altre idee: il cioccolato non è l’unico mezzo per conquistare il cuore delle persone. Etichette per bottiglie, tazze, articoli di cancelleria: sono molti infatti gli oggetti che si possono personalizzare con la stampa digitale.

2. Il messaggio in una bottiglia che genera una pioggia di denaro

Per un naufrago, un messaggio in una bottiglia è probabilmente l’espediente più vecchio del mondo. Ma se c’è qualcosa che Serbin Print Marketing & Publishing ci può insegnare è che in fondo i vecchi trucchi sono pur sempre validi.

Il presidente Mark Serbin aveva difficoltà a convincere i clienti di vecchia data che la sua azienda poteva essere una vera risorsa di marketing, e non un semplice fornitore di servizi di stampa.

La campagna che ha debuttato con un invito in una bottiglia recapitato a oltre 300 destinatari di un solo settore, enti locali senza scopo di lucro, ha consentito a Serbin di registrare i migliori risultati finanziari dai tempi della recessione.

La campagna era molto di più di una semplice trovata pubblicitaria; il payoff consisteva infatti nell’invito a un workshop formativo di alto livello sulle tecniche più recenti per raccogliere donazioni e adesioni.

Il laboratorio, denominato “Next Level Workshop”, grazie all’assistenza del programma di business development Xerox ProfitAccelerator®, ha offerto un’avvincente agenda incentrata sulla leadership di pensiero e insight specifici per il settore. Xerox ha anche aiutato Serbin ad assicurarsi l’intervento di un apprezzato esperto di marketing per il settore no profit.

Dall’inizio alla fine, la campagna ha dimostrato che Serbin e la sua azienda non sono semplici stampatori, ma persone capaci di offrire servizi di marketing esclusivi. Gli inviti sono stati concepiti come accattivanti pop-up contenenti dei PURL e i messaggi di conferma includevano immagini degli snack selezionati dagli ospiti.

Dopo l’evento, i partecipanti e le persone registrate ma non presenti hanno ricevuto un altro plico contenente una chiavetta USB a forma di un pezzo degli scacchi con le presentazioni della giornata e il messaggio: “La prossima mossa spetta a te”.

Degli inviti recapitati, il 55% ha visualizzato il PURL e il 29% si è iscritto all’evento. Il tasso di risposta all’invito è stato così positivo che l’azienda ha cancellato l’invio di una cartolina di follow-up. Delle persone iscritte all’evento, il 67% era il risultato del mailing, il 18% del link “dillo a un collega” e il 15% di un link generico incluso nella newsletter di un ente industriale locale.

Altre idee: anche le migliori strategie promozionali del mondo sono inefficaci se non catturano l’attenzione delle persone.

Serbin ha utilizzato l’espediente del messaggio in una bottiglia, ma si potrebbe anche usare un palloncino chiuso in una scatola che, una volta aperta, lo liberi.

Usa la tua creatività e inventa qualcosa di originale.

 

 

 

3. Un calendario personalizzato che cattura l’attenzione

Dopo aver investito in una stampante Xerox® iGen4®, l’azienda Progressive Communications, con sede in Florida, desiderava trasmettere ai propri clienti il suo entusiasmo per le grandi cose che si sarebbero potute fare con questa nuova tecnologia.

Così si mise al lavoro per creare una campagna di marketing diretto 1:1 composta da un plico inviato per posta, un’email iniziale, un PURL e un’email di conferma.

La parte anteriore della busta mostrava una silhouette di uomo o di donna e il nome di battesimo del destinatario. Sul retro, le informazioni di contatto del rappresentante commerciale, un’immagine personalizzata, il PURL e un codice QR.

Ma il pezzo forte era un calendario completamente personalizzato, con immagini basate sul genere del destinatario, che ne riportavano il nome su ogni mese dell’anno.

La campagna ha fatto registrare un grande successo, con un tasso di risposta di quasi il 17%, una percentuale di registrazione dell’11,5% e un eccezionale tasso di conversione del 68,5%, un risultato ineguagliabile da campagne che utilizzano solo strumenti digitali, a riprova della capacità di Progressive di saper raggiungere gli obiettivi.

L’azienda ha utilizzato XMPie® per inserire le varianti di testo e immagine nei layout dei materiali, creati con Adobe® InDesign.

Altre idee: la prossima volta che vuoi sperimentare con la personalizzazione, vai oltre i semplici dati variabili.

Prova a integrare dati complessi, come compleanni, date importanti, animali domestici o i piatti preferiti, utilizzando ciò che hai già a disposizione o incorporando un sondaggio iniziale nella tua campagna.

4. Uno stampatore che spopola su Twitter

L’azienda giapponese K-Print era già nota per il suoi prodotti di successo basati su foto, come biglietti di auguri e libri fotografici, quando si rese conto di una lacuna nel mercato: la personalizzazione del packaging. Una lacuna che i concorrenti non potevano colmare, ma che K-Print era pronta a sfruttare.

L’azienda, molto competente in social media, si concentrò su Twitter e il blog aziendale per verificare l’interesse per questo tipo di servizio e capì subito di essere sulla strada giusta quando le menzioni online del prodotto pilota generarono un picco di visite al sito web aziendale.

L’azienda realizzò quindi un’interfaccia web-to-print per consentire ai clienti di creare il PDF del packaging con testo e immagini, che veniva poi reso in 3D per visualizzare un’anteprima a 360° del prodotto.

A un certo punto la campagna di K-Print attirò l’attenzione di uno dei principali produttori giapponesi di caramelle, che ora utilizza questo fornitore di stampa per disegnare il packaging personalizzato dei suoi prodotti.

Altre idee: se per te fare una ricerca di mercato significa fidarsi dell’istinto, prova a considerare i tanti strumenti gratuiti disponibili online per scoprire cosa pensa davvero la gente della tua grande idea.

5. Una campagna multimediale che cattura clienti di alto livello

C’erano voluti mesi per organizzarlo ma era passata solo una settimana dal Marketing Innovation & Discovery Summit organizzato da QuantumDigital e l’azienda aveva già raccolto 90.000 dollari in commesse di lavoro. Dopo qualche ulteriore settimana poteva festeggiare la firma di contratti con svariate grandi agenzie.

L’evento aveva lo scopo di formare i buyer locali sull’evoluzione del marketing e assicurare all’azienda texana QuantumDigital con sede a Austin incontri di valore con potenziali clienti di alto livello.

L’eccellente campagna promozionale multimediale che ha preceduto il summit ha fatto subito capire che QuantumDigital era un’azienda seria e preparata.

Il primo teaser viene inviato a quattro mesi dal summit sotto forma di una cartolina, seguita da un calendario desktop come promemoria della data del summit e da un pre-invito via email. In perfetta sintonia con il background musicale di Austin, il primo invito ufficiale all’evento prende la forma di un poster di un concerto, contenente un PURL e un codice QR esclusivo per iscriversi online.

Poi, a sei settimane dall’evento, i partecipanti ricevono un opuscolo personalizzato con i dettagli del summit, tra cui gli speaker e gli argomenti delle sessioni, oltre al link alla pagina di registrazione.

Nel complesso, la campagna ha generato un tasso di risposta del 51%, un tasso di conversione del 38% e, forse il dato più incredibile, oltre 100 persone che si sono sintonizzate per seguire l’evento di due giorni in streaming.

Altre idee: ottimizza la longevità e la portata dei tuoi eventi per i clienti rendendo disponibile online un video con i momenti chiave, condividendolo sui social media e inviandolo alle persone che non hanno potuto partecipare di persona.

Cosa abbiamo imparato

  • Fatti, non parole: qualsiasi campagna marketing che decidi di intraprendere è essenzialmente una dimostrazione della tua strategia, delle tue competenze e delle tue tattiche. Dai il meglio.
  • Osserva e impara: se comprendi a fondo ciò che i tuoi clienti cercano di ottenere con le loro attività di marketing, o le sfide che devono affrontare, puoi realizzare a tua volta campagne che dicono le cose giuste al momento giusto.
  • Datti da fare: questi esempi sono la dimostrazione che mentre tu aspetti che il telefono squilli, lo stampatore della porta accanto è già là fuori a catturare l’attenzione dei clienti.
  • Mettiti alla prova: quando promuovi la tua attività, sei tu al comando, quindi non tirarti indietro. Sfrutta ogni strumento a tua disposizione e non aver paura di mancare il bersaglio.
  • Fai gruppo: non devi fare tutto da solo. Sfrutta gli interessi in comune per stringere alleanze con altre aziende,  amplificando il tuo messaggio, e trai vantaggio dal supporto allo sviluppo delle aziende.

Vuoi provare a dare una chance alla promozione della tua stampa digitale? Visita le pagine di Xerox dedicate allo sviluppo delle attività di stampa digitale.

Vuoi saperne di più?

Print Provider to MSP

Scopri perché gli stampatori digitali più previdenti si stanno trasformando in fornitori di servizi di marketing, e perché dovresti farlo anche tu.

Scopri come ampliare la tua attività stampando su tutti i tipi di nuovi supporti.

Contatti

800-660099
Contattaci online ›